Category: web culturale


In questi giorni in cui il caos che regna sovrano nella mia mente, la serendipity è l’unica via di uscita. Prima di rielaborare tutti i concetti che ho assorbito in giorni di studio e divagazioni su tanti temi meglio fare qualche degna segnalazione.

letture:

R. Barthes, L’avventura Semiologica, Einaudi

Josè Sanchis Sinisterra, La scena senza limiti

blog:

http://www.artisopensource.net/

http://www.digicult.it/

Annunci

web writingDopo interminabile lavoro di taglia e cuci ho finalmente messo on line il sito di ScriptaVolant.
Un gioco che mi ha portato al minimalismo. Prima che mi insultiate per
il dominio, dico a mia discolpa che http://www.scriptavolant.it ospita un bel
sito sulla poesia di Patrizia Seguini Paganoni,
che non conoscevo prima di avere l'idea del nome,in comune con
l'autore; che gli altri domini (.biz, .org, .net) non mi piacevano; che il domino personale .name l'ho acquistato prima che
Scriptavolant diventasse un'idea concreta. Esiste un www.scripta-volant.it che potete visitare. E' un esempio di mini sito
flash amministrabile che si può acquistare qui.
Basta segliere il modello e chiedere il preventivo.

Per chi ha bisogno
di una presenza sulla rete anche temporanea (mostre, eventi, promozione
di prodotti e libri) è una soluzione efficace a basso costo.

Il sito come ogni cosa è migliorabile  ma essendo sviluppato in
toto dal
sottoscritto per ora non può offrire di più. Lo migliorerò, rendendolo
accessibile, curando i testi, ottimizzandolo per i motori ecc.. 
Sono ben accetti
consigli, critiche, suggerimenti e contributi.

Voglio ringraziare per la Grafica me stesso, per l'architettura me stesso, per l'html me
stesso, per i contenuti sempre me stesso. Spero al più presto di poter
ringraziare qualcun altro per la collaborazione.

PS: leggendo velocemente le Poesie della Paganoni le apprezzo e consiglio un
approfindimento. Amo la poesia e talvolta la scrivo. Nella poetica
della Seguini Paganoni ricorre spesso il mare. Capisco cosa ci ha unito in
una maniera cosi' singolare e casuale. Anch'io con la mente vivo sul
mare, li mi ritiro a passegigare più volte al giorno. Lascio il piacere
della sabbia sotto i piedi per abbracciare quello del vento sul viso e
nelle mani che stringono una scotta. Non me ne vorrannno allora gli autori del
sito se accosto le pagine profonde della poesia, loro familiare, per
introdurre un breve accenno al fine settimana, derogando ai temi
consueti del blog.

Ero a Genova, anch'io richiamato dalla famiglia d'origine e, come
ogni volta che vado, due passi su un molo del porto
antico li faccio. Ho avuto il piacere questa volta di
incontrare un pezzo di storia dello Yachting. Attraccato di fronte ai
magazzini del cotone c'era SHAMROCK V. Il primo J Class armato a
Sloop,l'ultimo ancora a navigare con lo scafo interamente in legno.
Completamente ristrutturata e purtroppo con un armo avveniristico oggi è
poco più di un Hotel di lusso navigante ma guardarla e ripensare alla
sua storia fa venire i brividi.

Appena riesco a convincere cellulare a restituirmi le foto che ho fatt, le pubblico. Sharmock
V fu la quinta e ultima sfida alla America's Cup di Sir Thomas Lipton;
prima che finisse nelle bustine del The. Anno del signore 1930, disegno
di Nicholson.

Per saperne di più sulla sua storia c'è il sito ufficiale della J Class Association

Per Camper & Nicholson si può leggere qui. Peccato che il sito non sia all'altezza della fama che meritano i due nomi.

E ci avviciniamo a Valencia 2007