Trovo nel pensiero di Pier Paolo Pasolini, cristallino, profetico, umano, di una intelligenza senza pari, un conforto difficile da descrivere. Trovo una compagnia che sublima, esalta e magnifica idee che, piccole, confuse, immature sono rimaste per anni in attesa di cibo come pulcini pigolanti in un nido e proprio quando, per gli stenti della fame, stavano per morire, si rifocillano e trovano la forza per cinguettare fino al prossimo pasto.

Lettere Luterane