Scrivere è un’attività poliedrica. Quanti tipi di scrittura esistono? Non so, infiniti forse. Scrittura professionale, creativa, per la tv, la radio, il cinema ed il teatro, per pulsione 200801302202artisctica, solipsistica o per mangiare. Quanti sono i mestieri dello scrivere? Tanti. Copywriter, scrittore, giornalista, blogger, e via dicendo.

Per ogni tipo di scrittura c’è uno strumento utile. A parte MS word simili che stanno facendo il loro tempo e che rimarranno relegati al ruolo di assemblatori e formattatori di testo (per fare la bella, diciamo), strumenti pià leggeri e mirati si stanno affacciando, sotto la spinta della marea dei blogs.
Ho giò scritto di windows live writer, ecto, qumana, performancing e journalr in questo blog, l’ultimo è quello che preferisco attualmente ma ci sono alcuni strumenti che si rivelano ideali per Lo Scrivere nel senso più strett del termine. Scrivere per raccontare, scrivere creativo. O almeno cosi’ li utilizzo io.

WriteRoom è l’ultima scoperta. E’ un wordprcessor con le caratteristiche minimaliste, quindi se volete fare testi con immagini e link lasciate perdere, se invece volete scrivere, scrivere punto e basta allora fa al caso nostro.

Scrivere senza distrazioni, senza menu, cornici e icone circostanze. Voi e la pagina. Lo confesso come per i libri provo un piacere tattile ed olfattivo nel sfogliarli, lo stesso piacere provo nello scrivere utilizzando digitando su una tastiera di fronte ad un monitor totalemnte dedicato all pagina da riempire.

Lo sfondo nero ed il testo ambra aggiungono quel tocco di retrò che può apprezzare solo chi ha cominciato ad usare i computer prima degli anni novanta.


Il nome è quanto mai azeccato perchè la sensazione che si ha quando si utilizza Writeroom è proprio quella di raccoglimenti che si ha qunado si entra nella propria stanza, si stacca tutto e ci si siede a scrivere, abbandonandosi al flusso dei pensieri.

Staccare dalla rete, dalle mail dalle telefonate è necessario per “scrivere” ed oggi è sempre più difficile.

Questo è il buon proposito per il 2008. Meno attività on line e più tempo dedicato alla lettura, alla elaborazione delle idee e alla scrittura.

L’unico limite che incontro nell’utilizzo di strumenti client è la possibilità di avere accesso ai miei scritti da diversi computer per poter seguire l’ispirazione ballerina.

La soluzione è internet typer writer, un clone di Writeroom con in più anche delle funzionaleità per la gestione dei contenuti e la diffusione via blog.