Per fortuna, il ministro blogger, Gentiloni, ha affermato un principio di libertà che permetterà a tutti i blogger di continuare a fare il loro mestiere. Scrivere.
Chi voleva assimilati i blog a testate giornalistiche, con tanto di direttore responsabile, può mettersi l’anima in pace, almeno per ora.
Non si fermerann certo qui, coloro che mal digeriscono, l’espressione libera di migliaia di cittadini. Resta il fatto che se il blog se fosse assimilato ad una testata, il blogger dovrebbe potersi iscriviere all’albo dei gironalisti professionisti. O no?