Non scrivo da qualche giorno. Sono impegnato ad aprire un’altro blog per GridLab, sto lavorando su un paio di siti, sto rifacendo Waitingvalencia.com e fermiamoci qui. Ma apprendo da Goivy che è on line Italia.it, leggo poi, presentato in pompa magna da Rutelli mentre il “suo” governo andava sotto in Senato sulla politica estera. Straordinario.Sorvolo sul logo, 80.000 euro ad una società statunitense per il simbolo più brutto che supera persino quello dei mondiali di Italia 90. Simone lo faceva meglio per 2000, Rutè (ma tutto il portale con una decina di blogger che conosco, lo facevamo meglio e per un prezzo stracciato, 30.000.000 diciamo). Sorvolo sul pay off “un paese di qualità” che non so perchè mi ricorda quello del Belpaese: “perchè Galbani, vuol dire fiducia”. Sorvolo sulle funzionalità tipo “navigator” nella sezione “organizzare un viaggio” (a proposito questo è l’url search engine friendly: http://www.italia.it/wps/portal/!ut/p/kcxml/04_Sj9SPykssy0xPLMnMz0vM0Y_QjzKLN4j3MgTJgFjGpvqRqCKOcIEgfW99X4_83FT9AP2C3NCIckdHRQAuuTD4/

delta/base64xml/L3dJdyEvd0ZNQUFzQUMvNElVRS82XzBfSjI!?WCM_GLOBAL_CONTEXT=

/wps/wcm/connect/Portale+del+Turismo/homepage/Organizza+il+tuo+viaggio/) che apre un “pop up” (orrore) recante una fantastica pagina di errore (503, lo stesso che appare nel cervello di chi ha ideato e finanziato il capolavoro) con scritto nero su fondo bianco:

Service Temporarily Unavailable.

The server is temporarily unable to service your request due to maintenance downtime or capacity problems. Please try again later.

Sorvolo per pietà sull’accessibilità ed altri commenti tecnici (li ha già fatti Giovy e non ne mancheranno appena ci si sarà ripresi dallo shock) ma circa 50 milioni di euro per una home page che mi accoglie con il Barbiere di Siviglia (e non so manco cantato da chi) a tutto volume sono un insulto alla “stupidità” umana. (provate a digitare l’url con le casse spente: 20 secondi di bianco con il logo che aspetta la fine dell’opera, 20 second, dico, a 4 mega).
Stupidità che è rissunta nel filmato flash che scorre veloce saltando da una lingua all’altra riproponendo in pochi secondi l’indice dei luoghi comuni di questo paese, vittoria ai mondiali di calcio compresi.
Salto letteralemte dalla sedia però, quando, sul finire del filmato, tra Monica Bellucci che sfila, Cannavaro che salta e Benigni che prega, sento queste parole:

“venite da noi. venite a sognare ad occhi aperti in un paese dove si può essere tutti protagonisti perchè le cose belle della vita sono migliori se vissute insieme”

TUTTI PROTAGONISTI avete letto bene.
Venite a sognare ad occhi aperti. Effettivamente viene da toccarsi per rendersi conto se è un incubo o siamo svegli davvero.

Lancio una sfida ai grafici: facciamo un logo e regaliamoglielo, perchè vogliamo bene a questo paese. Mandiamolo a repubblica e chiediamo di lanciare un sondaggio e vidiamo se riusciamo a fare meglio del 26%.