Perchè in tutto il corso di studi dalle elementari al master si scrive poco.
Perchè la comunicazione è processo di apprendimento e capacità cognitiva.

Se poi parliamo di studenti di scienze della comunicazione, informatica, lettere, architettura, design, gironalismo, filosofia, scienze politiche, economia e sociologia etc.., perchè il blog non è “teoria e tecnica della comunicazione” ma pratica; praxis. E’ il pollice opponibile del comunicatore.

Perchè, se come dice Simone Morgagni, il blog è un protomedia, la prassi fa il media.

Personalmente, che qualche studio in tema di comunicazione l’ho fatto, ho imparato e sto imparando come si fa questo mestiere molto più dal blogging che da qualsiasi altro corso. Imparo facendo.

Aggiungerei, quindi, nello zainetto scolastico di tutti gli studenti un blog, le API di YouTube e Flickr e li farei giocare e fare i compiti sul blog.

Avremmo presto una generazione che fa e comprende linguaggi molto più rapidamente che non ora.