Ho seguito gli attimi frenetici prima della chiusura dei seggi palleggiandomi tra i principali quotidiano on line e i blog di Mucignat e Mantellini che erano ospiti della SWG, casa di sondaggi Triestia a cui va il paluso per il coraggio di aver scelto internet come strumento per la rilevazione degli istant poll. Al di là del commento politico, per scriptavolant interessante è confrontare appunto le metodologie utilizzare per gaurdare nella sfera di cristallo. Gli istant poll li forniscono in monti facendo ricorso a diverse metodologie statistiche ma rilevando i dati sul territorio. In passato il vis a vis si è dimostrato foriero di problemi e cantonate, celebri le bandierine di Fede. La domanda ora è. Internet è affidabile come strumento di rilevazione statistica. Vedremo nei prossimi giorni confrontando i diversi risultati forniti dai sondaggisti off line e la SWG che si è appoggiata a libero.it per raccogliere i dati.

A caldo noto una differenza di prudenza. Sul corriere.it e da repubblica i cui server mentre scrivo sono già andati giù i dati mostrano forchette più ampie (4 punti pecentuali) mentre la SWG si sbilancia restringendo i dubbi ad un 1%. Se dovesse essere confermato complimenti perchè internet vince 3-0 la partita dei sondaggi dimostrando che a saperlo usare ed interpretare è un mezzo prodigioso anche per i politici.

Nel frattempo è andato giù pure repubblica mentre i bloggers resistono e restano di fatto l’unica fonte alternativa di informazione in tempo reale oltre la TV

i dati:

camera:

Camera

senato