cosa si impara dalla debacle elettorale?

1) gli exit poll sono divertenti solo per gli elettori che dichiarano il falso. una specie di smart mob contro i sondaggisti

2) internet può aiutare la politica a comunicare meglio, gli elettori ad informarsi in maniera migliore ma non a prevedere e misurare con esattezza i fenomeni sociali e politici 

2) la sinistra italiana non capisce un cazzo. Forse siamo coglioni davvero?

3) Se non riescono a mettere su un governicolo, cosa ancora possibile, prodi, rutelli, fassino, d'alema, pecoraro scanio nani e ballerine se hanno un minimo di dignità si devono dimettere. Se riescono a mettere in piedi il governicolo, quei pochi mesi che durerà va bene ma poi prodi, rutelli, fassino, d'alema, pecoraro scanio nani e ballerine si devono dimettere. Pagheranno i dirigenti i loro errori, una volta tanto?

4) pensare di emigrare in Costa Rica è sempre meno un sogno, sempre più una realtà

5) Silvio Berlusconi, a fatica magari, ma ancora sa comunicare meglio degli altri in TV e vìs a vìs 

6) la neo DC è sempre più vicina?

7) se ci aspettavamo più spazio per l'innovazione e il cambiamento dobbiamo aspettare  la prossima corsa